La poesia è il salvagente cui mi aggrappo
quando tutto sembra svanire.
Quando il mio cuore gronda
per lo strazio delle parole che feriscono,
dei silenzi che trascinano verso il precipizio.
Quando sono diventato così impenetrabile
che neanche l'aria riesce a passare.

Kahlil Gibran

mercoledì 3 luglio 2013

... è passato già un mese ...

Dicono che la morte pesi 21 grammi Che la differenza dell’anima soffiata via
sia una piuma in un paese di neve
allora spiegami
Padre mio
perché ha il peso di un incendio
questo tuo essere senza corpo
appeso al respiro
e perché la lontananza di te
è il carceriere irremovibile
che ogni giorno porta in braccio
la mia solitudine.

Anna Buoninsegni

 


... ogni giorno il vuoto è sempre più grande ...
mi manchi così tanto ...
quel dolore che ho dentro è come un chiodo fissato in un muro
e starà lì per sempre ...
vorrei abbracciarti ancora
e ancora ...

ti voglio così bene babbo mio

6 commenti:

  1. Ciao Marinetta, un pensiero lascio per il tuo caro papà, che se n'è andato con la sua presenza, ma che continuerà a vivere sempre dentro di te. Quando il dolore sarà un po' attenuato e ti sentirai sola, cercalo dentro di te, lui sarà lì a farti ancora compagnia.
    Un abbraccio, ti sono vicina.
    Stefania

    RispondiElimina
  2. Non sapevo, Marinetta.

    Ti abbraccio forte forte.

    RispondiElimina
  3. Cavolo. Mi dispiace molto. Non ci sono parole per consolarti.

    Un abbraccio forte

    RispondiElimina
  4. Ciao Marinetta. Mi spiace, ogni parola è superflua. Ti abbraccio forte, ma forte.

    RispondiElimina
  5. Carissima........
    Ti abbraccio con tanto,tanto affetto.

    RispondiElimina
  6. Grazie di cuore a Voi tutte
    grazie Stefania ,grazie Gianna , grazie Kylie , grazie Mariella .... Grazie Antonella ....

    Sentivo il bisogno di scrivere , di raccontare questo mio dolore ...
    era troppo importante
    qui , in questo mio piccolo angolino
    Grazie davvero , per aver condiviso con me ...
    semplicemente .... un abbraccio
    : )

    RispondiElimina