La poesia è il salvagente cui mi aggrappo
quando tutto sembra svanire.
Quando il mio cuore gronda
per lo strazio delle parole che feriscono,
dei silenzi che trascinano verso il precipizio.
Quando sono diventato così impenetrabile
che neanche l'aria riesce a passare.

Kahlil Gibran

venerdì 20 febbraio 2015

Avrei voluto...

***

Rimane il fatto
che non so parlare.
Avrei voluto dire di più
e non l’ho saputo fare.
Come sempre
son rimaste appese nell’aria
come farfalle invisibili,
le parole taciute.
Tutto un mondo di bene
che avrei voluto metterti tra le mani…
Ma come sempre
non so parlare.
Perché non erano solo parole,
o potevano diventarlo…
Ma non so parlare.
Te lo volevo dire…
Di questo bene semplice,
muto e forse un po’ musone
te lo volevo dire…
Metterlo là, tra le tue mani.
Ma io
non so parlare.

***
Marinetta
Dal Web

giovedì 19 febbraio 2015

Sapore d'inverno

Caffè e nubi
mattino d'inverno
Il nuovo giorno

***

Il nuovo giorno
Dietro al vetro...Nasce
Vado nel vento
***

Marinetta

Immagine dal Web

martedì 17 febbraio 2015

Insicurezza

*****
Domande
Le mie.
Sempre le stesse
Monotonia delle donne.
Insicurezze.
E il tempo nostro
si allunga
sempre di più.
Domande
E poi silenzi!

I tuoi sorrisi
Le mie paure.
Sempre le stesse.
E corro da Lui
nelle mie preghiere.
Forse mi ascolta.
E tu !?

Rivedo quei giorni…
Erano così belli.
…. Maledetta la paura
Tu non la vedi
si è andata a nascondere
dietro un’altra sigaretta.
*****

Marinetta

lunedì 16 febbraio 2015

Una poesia di Pessoa

AMO TUTTO CIO' CHE E' STATO
Fernando Pessoa

Amo tutto ciò che è stato,
tutto quello che non è più,
il dolore che ormai non mi duole,
l’antica ed erronea fede,
l’ieri che ha lasciato dolore,
quello che ha lasciato allegria
solo perché è stato, è volato
e oggi è già un altro giorno.

***


La trovo bellissima!

lunedì 2 febbraio 2015

...hanno le ali


***
I bambini hanno le ali
Fanno il solletico
al cuore della mamma.
I bambini hanno le ali
e devono volare sui colori.
Devono volare.
Hanno ali piccoline
Volano sui fiori.
Fanno il solletico
e ti strappano i sorrisi.

Non gliele puoi spezzare
Non puoi...
Non puoi farli morire.

***
3 dicembre
Marinetta