La poesia è il salvagente cui mi aggrappo
quando tutto sembra svanire.
Quando il mio cuore gronda
per lo strazio delle parole che feriscono,
dei silenzi che trascinano verso il precipizio.
Quando sono diventato così impenetrabile
che neanche l'aria riesce a passare.

Kahlil Gibran

Poesie e HAIKU del 2010

Passi e pensieri


Sotto la giacca
sta impazzendo
questo muscolo rosso.

Schh…
Sta’ zitto.
Non far troppo rumore.

E nell’equilibrio
del tempo mio,
dopo il soffio delle ultime candeline,
sarebbe dovuto avvenire un miracolo strano
…Un buco di luce
… Magari saggezza!
Ma non c’è stato!

Schh…
Silenzio.
Non farti sentire.
C’è gente per strada.
Infreddolita e stanca,
forse più di me.

Lo so che son io
a farti tremare così.

Scalpiti
come un toro inferocito.

Suvvia…
Senti che bel freddo
stasera,
respira  quest’aria con me.

Passi veloci.
La strada in salita
che porta su a casa.
Ce la faccio…
Ce la faccio a farla quasi correndo.

… Sorrido …

E vedi…
Non c’è nessun equilibrio.

Passi veloci.
La strada in salita…
Già!
…C’è lei
Lei che mi aspetta per cena.

*****
Marinetta  - 2010




Mondi di Solitudini


Piccole galassie,
dove abitano ancora
i bisogni degli uomini,
vagano nell’immenso.

Quanto silenzio!
Il mutismo del cuore.
Mondi di solitudini
e notti troppo lunghe
senza il sonno
che fa scivolare tra i colori.
Mondi di solitudini
dove non senti nessun canto,
solo voci di computer.

E vaghiamo
con le nostre paure
e con l’atavico bisogno
di tornare a stringerci le mani.
Mondi di infinite
solitudini,
piccole cellule
che vorrebbero congiungersi
come in uno splendido
orgasmo d’amore.
Lascio andare
questo pianto silenzioso…
In fondo è così umano
bagnare il viso
con queste lacrime cocenti.

E il bisogno del cuore
è sempre prepotente.
Ci schiaffeggia.

Sono legata
mani e piedi
da lacci di malinconia.

E siamo mondi soli.
Quanto silenzio!

… Vieni,
te ne prego.
Non allontaniamoci
come nuvole separate dal vento.
… Vieni!

Mi basta che tu sfiori la mia mano.
Ora… Tienila più stretta.

Quanto silenzio!
Va bene anche quello
Solo,
te ne prego…
Non lasciamoci separare
da questo vento freddo.

Teniamoci per mano.
*****
Marinetta - 2010


******************************




amo sentire
parole garbate
brezza di mare

***

brezza di mare
sorrisi di amici
ed è più luce

***

Marinetta 2010

***************


Haiku d'inverno

tracce di fango
su strade sconosciute
vado da sola
*
vado da sola
cerco boschi bagnati
orme nel bianco
*
orme nel bianco
rumore di passi
calmi pensieri

Marinetta - 2010

 ********************************************
Mi vestono
soffi di poesia
color del mare

*

color del mare
cielo azzurrino
volan parole

*

volan parole
a bagnarsi di sale
torna una goccia

***
Marinetta 2010

*************************




 ******************

vivo ricordo
come fiore di bosco
affiora
*
affiora
tra foglie ingiallite
dona colore
*
dona colore
alle ore vuote
il ricordo di te
***

Marinetta 2010

************************************




HAIKU DI PRIMAVERA

Giallo e viola
anemoni di campo
parla il prato

parla il prato
linguaggio dei colori
bellezza nuova

bellezza nuova
s’incanta il cuore
vento lo culla


Marinetta 2010
***********************************





Tra le mie braccia
stringo cuore su cuore
viso di bimba
*
viso di bimba
il tempo si ferma
fiore di campo

*
fiore di campo
nato d’inverno
ricordo nenie
*
ricordo nenie
notti lunghe e bianche
latte su labbra
*
latte su labbra
color rosa canina
sfioro con dita
*
sfioro con dita
è ancora ritorno
nenie di miele

***
Marinetta 2010



A  Manu



*******************


Candeline
colorate , e vola
lo zucchero

*
zucchero bianco
dolce polvere cade
sul cuore

*
cuore felice
t'abbraccia con occhi
commossi

*
commossa guardo
un nuovo tramonto
è stato il mio ...

giorno...

05 / settembre 2010


***


Marinetta

Nessun commento:

Posta un commento