La poesia è il salvagente cui mi aggrappo
quando tutto sembra svanire.
Quando il mio cuore gronda
per lo strazio delle parole che feriscono,
dei silenzi che trascinano verso il precipizio.
Quando sono diventato così impenetrabile
che neanche l'aria riesce a passare.

Kahlil Gibran

lunedì 1 dicembre 2014

... eccomi : )

….Novembre

Le lucine colorate
annunciano Natale.
Il negozio dei cinesi
le ha accese già da un po’…
Novembre le guarda
mentre tende la mano…
E dicembre è lì,
vicino ,vicino.
Si toccheranno piano
tra una domenica e un lunedì.
Volerà poi via novembre,
appoggiato
sulle ali di una gazza.
***
Marinetta








Dicembre

Si accartoccia
il mio ombrello
Il vento da sud-est
sembra così arrabbiato!
Mulinelli di cartacce
e foglie secche
...Si sta vestendo
dicembre.
E io e la pioggia
ci facciamo compagnia
alla fermata dell'autobus.

***
Marinetta
Grazie a tutti ... per le visite , per i saluti e per i commenti ....  : )

domenica 19 ottobre 2014

domenica 6 luglio 2014

Grazie Francesco

Grazie Francesco
Grazie Santità...E' stato bellissimo averti qui
Un giorno indimenticabile
Grazie per esser venuto ad abbracciare questa piccola terra , fatta di gente semplice e che tanto spesso ...
come ti ha detto quella ragazza a Castelpetroso, molto spesso Santità si sente dire ..." ah il Molise e dove si trova ...??"...
" Campobasso ... ma dov'è ??"
E' successo anche a me ... tante volte
Sei venuto ad abbracciare questa piccola terra , con le sue verdi montagne , i suoi campi ... i suoi colori bellissimi!
Ti ho visto da lontano , ma ho sentito forte nel cuore la tua presenza ...
Grazie Francesco !!
Grazie con tutto il mio cuore
Quando sei partito da Isernia , hai detto ..." Per favore pregate per me ..."
E io ti chiedo Francesco ...prega per tutti noi!
Ti voglio bene!
M
Campobasso, 5/luglio 2014

giovedì 3 luglio 2014

Dolore

Il dolore
come un uomo elegante,
indossa ogni volta un abito nuovo.
Pensi sempre di conoscerlo bene
il misterioso signore
E invece…
Ogni volta muta d’aspetto.
Elegante misterioso e cattivo,
si siede silenzioso accanto a te
Sul tavolino
ti lascia un’amara bevanda.
Ogni volta
sempre più amara.
Sa che la berrai
perché lui è…
Solo dolore.
Te le ha strappate malamente quelle ali.
Ora è così.
Ma…
Andrà via,
prima o poi
quel cattivo signore elegante,
a lui piace far visita
a tantissima gente.
***
Marinetta

martedì 17 giugno 2014

E poi la fretta...

E poi
la fretta
Sempre di fretta...

Per andarsi ad intristire
chissà dove.

Pensavo di dirtelo
stasera ,
perchè io
sono qui
a un palmo da te.

La porta si è chiusa.

Spero non sia troppo tardi...
Aspettarti
... stasera.

*****

Marinetta

domenica 15 giugno 2014

lunedì 28 aprile 2014

Giovane amore

Giovane amore
Quell’amore tenero
ti ha lasciato la mano
Sola , sola
cerchi risposte che non trovi.

Ci vorrà del tempo.
Un lacrimone,
un abbraccio
…Servo a poco adesso
Lo so bene.
Mi viene in mente
il cioccolato…
Proviamo.
Tentativo stupido.

L’amore ferito
lascia segni.
Non era amore.
Ci assomigliava!
Un po’  di cioccolato…
…E un fiume di lacrime
ti sconvolge  principessa.
Servo così a poco adesso!
Ci vorrà del tempo.
Dio ci ha donato le lacrime
per bagnare e pulire ferite.
Mi prendo le tue
principessa.
Scivolano piano
e qualcuna cade giù,
sul tuo libro di latino.
***
Marinetta 2014

lunedì 14 aprile 2014

La mia Pasqua con gli Haiku

Verdi ulivi
piegarono i rami
Egli pregava…
***
…Egli pregava
E amore donava
Buio nel cuore
***
Buio nel cuore
Nella notte più scura
amici cercò
***
…Amici cercò
È uomo impaurito
Solo , piangeva
***
Solo , piangeva
Noi, come Lui… E’ sera
Luna che guarda
***
Luna che guarda
gli ulivi contorti
Trema la terra
***
Trema la terra
La Croce è già alta…
Ramo spezzato
***
Ramo spezzato
fiorirà nel tuo cuore
Ora , ascolta…
***
Ora , ascolta
Vento d’aprile …Lui
prende per mano.
*****
Marinetta
2014

lunedì 24 marzo 2014

E l'amore... - Pirandello

E l’amore guardò il tempo e rise,
perché sapeva di non averne bisogno.
Finse di morire per un giorno,
e di rifiorire alla sera,
senza leggi da rispettare.
Si addormentò in un angolo di cuore
per un tempo che non esisteva.
Fuggì senza allontanarsi,
ritornò senza essere partito,
il tempo moriva e lui restava.

Luigi Pirandello

martedì 4 marzo 2014

Quattro haiku e ... una poesia breve

****************

Acqua di fango
non c'è luna nei pozzi
notte velata
**************



Vanno i giorni
passi e pozzanghere
scende la sera

************



Nubi di pioggia
in un cielo di marzo
cadono gocce.
Le gazze saltellano
tra i rami del pino.
****************


Color cobalto
freddo blu senza vento
è...Silenzio
***************

...Come bagnata
luce fresca innaffia
petali rosa
*********
Marinetta

giovedì 27 febbraio 2014

L'ho trovata...

L'ho trovata su Facebook...
Tra le tante "cavolate" che ci sono ... ( io non mi collego praticamente mai ...)
...Ogni tanto si trova qualcosa di carino ...
E' dolcissima
e volevo condividerla con voi
: )

lunedì 17 febbraio 2014

lunedì 27 gennaio 2014

27 gennaio 2014

Io ti auguro non tutti i possibili regali.
Io ti auguro solo quello che la maggior parte della gente non ha:
Io ti auguro del tempo per gioire e per ridere,
e quando lo usi puoi cambiare qualcosa là fuori.

Io ti auguro del tempo per il tuo fare, per il tuo pensare,
non solo per te stesso, ma anche per regalarlo.
Io ti auguro del tempo per non avere fretta e per correre,
ma il tempo per poter essere soddisfatto.

Io ti auguro del tempo non solo così per poterlo sprecare.
Io ti auguro che ti possa restare del tempo per stupirti,
e del tempo per avere fiducia,
invece che guardare come passa il tempo nell'orologio.

Io ti auguro del tempo per poter afferrare le stelle
e tempo per crescere, cioè per maturare.
Io ti auguro del tempo per sperare di nuovo e per amare,
non ha senso rinviare questo tempo.

Io ti auguro del tempo per trovare te stesso,
ogni giorno, ogni ora per trovare la felicità.
Io ti auguro del tempo anche per perdonare gli altri.
Io ti auguro di avere tempo per vivere..

*****
Auguri Manu …ti voglio bene
Un bacio

lunedì 13 gennaio 2014

Comincio il 2014...

Comincio il 2014 ... con questo testo bellissimo del grande ( per me lo è ) Roberto Vecchioni
... Per cacciarci indietro tutti ... i nostri grandi e piccoli dolori ...
per trovare ancora forze ed energie nuove
Vi abbraccio amici ...
un sorriso


Ho conosciuto il dolore
(di persona, s’intende)
e lui mi ha conosciuto:
siamo amici da sempre,
io non l’ho mai perduto;
lui tanto meno,
che anzi si sente come finito
se, per un giorno solo,
non mi vede o non mi sente.
Ho conosciuto il dolore
e mi è sembrato ridicolo,
quando gli dò di gomito,
quando gli dico in faccia:
”Ma a chi vuoi far paura?”
Ho conosciuto il dolore:
ed era il figlio malato,
la ragazza perduta all’orizzonte,
il sogno strozzato,
l’indifferenza del mondo alla fame,
alla povertà, alla vita…
il brigante nell’angolo
nascosto vigliacco battuto tumore
Dio, che non c’era
e giurava di esserci, ah se giurava, di esserci….e non c’era
ho conosciuto il dolore
e l’ho preso a colpi di canzoni e parole
per farlo tremare,
per farlo impallidire,
per farlo tornare all’angolo,
cosi pieno di botte,
cosi massacrato stordito imballato…
cosi sputtanato che al segnale del gong
saltò fuori dal ring e non si fece mai piu
mai piu vedere
Poi l\'ho fermato in un bar,
che neanche lo conosceva la gente;
l’ho fermato per dirgli:
“Con me non puoi niente!”
Ho conosciuto il dolore
e ho avuto pietà di lui,
della sua solitudine,
delle sue dita da ragno
di essere condannato al suo mestiere
condannato al suo dolore;
l’ho guardato negli occhi,
che sono voragini e strappi
di sogni infranti: respiri interrotti
ultime stelle di disperati amanti
-Ti vuoi fermare un momento?- gli ho chiesto -
insomma vuoi smetterla di nasconderti? Ti vuoi sedere?
Per una volta ascoltami!! Ascoltami
…. e non fiatare! -
Hai fatto di tutto
per disarmarmi la vita
e non sai, non puoi sapere
che mi passi come un’ombra sottile sfiorente,
appena-appena toccante,
e non hai vie d’uscita
perché, nel cuore appreso,
in questo attendere
anche in un solo attimo,
l’emozione di amici che partono,
figli che nascono,
sogni che corrono nel mio presente,
io sono vivo
e tu, mio dolore,
non conti un cazzo di niente
Ti ho conosciuto dolore in una notte di inverno
una di quelle notti che assomigliano a un giorno
Ma in mezzo alle stelle invisibili e spente
io sono un uomo….e tu non sei un cazzo di niente

*****